Sogni e body nel cassetto

Sogni e body nel cassetto

Talvolta gli studenti ne approfittano arrivando a lezione camuffati da testa a piedi, ma vengono ben presto rimproverati, in quanto é dovere degli insegnanti dare correzioni, ed é certamente difficile farlo quando del corpo non vedono altro che la testa.

Premetto che alla Juilliard non ci sia alcun dress-code da rispettare.

Seconda premessa: mi piace mostrare la pelle, ma con discrezione. 

Body: Rigorosamente con décolleté o schiena scollati. Nel cassetto ne ho di svariati colori, in genere non troppo accesi. Verità é che non ne ho abbastanza per arrivare a fine settimana. Motivo? Ho intenzione di lanciare una linea dance wear e mi dico sempre di aspettare a spendere soldi per comprare body altrui quando potrei avere i miei, come piacciono a me. Credo sia una scusa che uso con me stessa, un po’ per spronarmi a  lavorarci duro, un po’ perché di fondo sono taccagna quando si tratta di vestiti. 

Collant: Sempre neri. Preferisco quelli che arrivano sotto il tallone… mi convinco mi facciano un piedino più carino. 

Pantaloni: Il più delle volte le sale hanno il riscaldamento a palla, ed al terzo esercizio alla sbarra senti già di star evaporando. Il più delle volte indosso dei pantaloncini per lezione, con sopra un pantalone lungo che tolgo quando il corpo raggiunge la fatidica temperatura da bollore. I collant rosa, tagliati sopra al ginocchio, sono il mio alleato quando il pantaloncino é piuttosto corto.

Leggings: I miei alleati per le lezioni di moderno. Tightings é stata la rivelazione. Sono comodi come un collant, ma pesanti come un leggings! Non hanno alcuna cucitura, e sono in particolari fibre che rispettano le necessita’ di ogni donna. Hanno un sacco di modelli diversi in varie palette colori. Sono la ragazza marchiata Tightings a scuola: mi vedono ogni giorno con un paio diverso, mi prendono in giro, ma poi vengono a chiedermi di poterli provare 😛 (… e c’é chi si rifiuta di ridarmeli indietro)

Scarpette: Color carne, perché le indosso sempre a piede nudo. 

Capelli: Alcune mie compagne molto spesso li raccolgono in una coda o una treccia, io se non li ho legati per bene non riesco a fare una pirouette… Tragica la cosa.

La verità é che l’abbigliamento influenza in parte il rendimento di una ballerina a lezione, e sì, sentirsi carine fa parte del mestiere.

 

Add your comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: